Più grande, più veloce, più pulita: la giornata Clean-up si dà allo sport


Nel 2019, in occasione della giornata Clean-up, IGSU ha alzato l’asticella: più di 650 operazioni di pulizia hanno permesso di ripulire la Svizzera dai rifiuti abbandonati. Tuttavia, quest’anno il Gruppo d’interesse per un ambiente pulito vuole fare ancora meglio, visto che il littering è un avversario tenace. Lo sa bene anche la giornalista sportiva Steffi Buchli: l’11 e 12 settembre avrà un ruolo di spicco e motiverà i partecipanti a raggiungere le massime prestazioni durante la raccolta dei rifiuti.

Molti organizzatori hanno già preso posto nei blocchi di partenza e hanno le idee chiare su come si svolgerà la loro operazione di pulizia, mentre altri hanno appena deciso di partecipare alla giornata nazionale Clean-up. Tuttavia, l'11 e il 12 settembre 2020 saranno tutti pronti sulla linea di partenza e, insieme a numerosi volontari e volontarie, libereranno la Svizzera dal littering. L’anno scorso sono state organizzate più di 650 operazioni di pulizia e, con l’ausilio di circa 40’000 partecipanti, in tutte le regioni del Paese sono stati raccolti i rifiuti abbandonati. Nonostante il coronavirus, l’IGSU spera di potere proseguire sull’onda del successo dell'anno scorso. La protezione dell'ambiente è più che mai necessaria. Durante il periodo d’emergenza il littering è aumentato in modo costante. È ora di prenderci di nuovo cura anche dell'ambiente.

Steffi Buchli la prende in modo sportivo
Anche Steffi Buchli, giornalista sportiva nonché presentatrice televisiva e di eventi, sarà sul posto. Mentre di solito si occupa di telecronache di calcio, quest'anno motiverà la popolazione a mantenere pulito l'ambiente. «Ho avuto modo di trovarmi in molti stadi sportivi di tutto il mondo: che si tratti di Rio de Janeiro, Colonia o Zurigo, dopo ogni evento sembra sempre che ogni spettatore abbia abbandonato tutti gli imballaggi dei cibi e delle bevande sotto il suo posto a sedere», dice con fastidio. «Né negli stadi, né altrove: il littering non va bene e merita un cartellino rosso». Per tale ragione, in occasione della giornata Clean-up d’IGSU s’impegnerà a ripulire la Svizzera. «Non vedo l’ora di disputare questa partita in casa e sono sicura di una cosa: con il necessario spirito di squadra possiamo fare in modo che la Svizzera diventi campionessa di pulizia.

In palio coppe, buoni ed escursion
Fedele alla filosofia di Buchli, ogni anno, la giornata Clean-up mobilita anche squadre di calcio, associazioni di sport acquatici e centri fitness. Pure le scuole, i comuni e le organizzazioni non governative salgono in sella delle loro bici per raccogliere i rifiuti, cimentarsi in maratone all’insegna del plogging oppure rimuovere il littering in occasione di una marcia sotto le stelle. Proprio come durante un evento sportivo, anche partecipando alla giornata Clean-up si può vincere qualcosa: IGSU e Coop mettono in palio dei premi interessanti fra tutti i comuni, le scuole e le associazioni che hanno registrato la loro operazione di pulizia. Chi si piazza dal primo al terzo posto nelle categorie «Comuni» e «Scuole/associazioni», beneficia di un’escursione dedicata al riciclaggio del valore di 500 franchi. Inoltre, chi si piazza al primo e al secondo posto nella categoria «Scuole/associazioni», riceve una coppa itinerante Coop e un buono Coop del valore di 1000 franchi. Per partecipare al sorteggio è necessario registrare le operazioni di pulizia su www.clean-up-day.ch. Sul sito si trovano anche ulteriori informazioni e strumenti sussidiari come ad esempio liste di controllo, manifesti e inserzioni; è anche possibile ordinare guanti, giubbotti catarifrangenti nonché sacchi della spazzatura e rivolgersi a una hotline per ricevere dei consigli pratici.

Movimento contro il littering
IGSU organizza la giornata nazionale Clean-up dal 2013 e ogni anno mobilita decine di migliaia di partecipanti. L'iniziativa è sostenuta dall'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM), dall'Associazione Svizzera Infrastrutture comunali e dalla Fondazione Pusch.

 

Gruppo d'interesse per un ambiente pulito (IGSU)
IGSU è il centro svizzero di competenza contro il littering. Dal 2007 si adopera a livello nazionale con misure di sensibilizzazione e di prevenzione in favore di una Svizzera pulita. Una delle misure più note di IGSU è la giornata nazionale Clean-up, che quest’anno avrà luogo l’11 e 12 settembre. Fra gli enti responsabili di IGSU vi sono la cooperativa IGORA per il riciclaggio dell’alluminio, PET-Recycling Schweiz, VetroSwiss, 20 minuti, Swiss Cigarette, McDonald’s Svizzera, Migros, Coop, Valora e International Chewing Gum Association. I membri s’impegnano inoltre anche nello svolgimento di attività proprie contro il littering e, ad esempio, mettono a disposizione dei cestini per i rifiuti oppure organizzano delle tournée per la raccolta di questi ultimi.



Contatto per i media: Nora Steimer, direttrice IGSU, +41 43 500 19 91

 

Communcato stampa come PDF

Photo 1 come JPG

Photo 2 come JPG

Photo 3 come JPG